• 0422 23 02 03

Epilazione Laser Diodo 808

Epilazione Laser (1)

 

EPILAZIONE LASER DIODO 808

 

L’ utilizzo dello strumento laser per l’epilazione permanente progressiva è altamente consigliato per eliminare i peli superflui, vera e propria croce non solo di moltissimi uomini – che soffrono di peluria consistente anche su zone del corpo meno comuni, come spalle e schiena – ma anche di molte donne, che vorrebbero non essere più schiave di cerette ed altri metodi depilatori.

Quando si parla di epilazione laser a diodo 808, quindi, si fa riferimento a:

Un tipo di epilazione che sfrutta l’energia luminosa, che, catturata dalla melanina, viene trasformata in calore e colpisce la matrice pilifera senza creare danni ai tessuti ed alla pelle;

Un tipo di epilazione che può eliminare del tutto i peli superflui e che ha una durata di gran lunga superiore a tutti gli altri metodi;

Un tipo di epilazione sicura e adatta a tutti i fototipi, eccetto il fototipo VI senza contrasto pelo/pelle, e pelo bianco, rosso, o biondo.

La conclusione è che l’epilazione laser a diodo 808 è sicura e consigliata, non solo perché persegue correttamente il suo obiettivo, ma anche perché evita ogni tipo di bruciatura o irritazione. A patto, però, che si seguano alcuni accorgimenti e che si seguano pedissequamente i consigli dell’operatore del centro presso cui avviene l’epilazione.

 

 

PRECAUZIONI PREVENTIVE: ANAMNESI DEL CLIENTE

 

Prima di procedere con il trattamento, è bene che avvenga un incontro informativo tra l’operatore ed il cliente: un incontro durante il quale sarà possibile determinare ed avere quindi ben chiare le caratteristiche fisiche del cliente, caratteristiche che potrebbero in qualche modo determinare differenze di trattamento o maggiori o minori accorgimenti.

Pertanto, è bene riscontrare le caratteristiche determinanti che riguardano: la morfologia e la grandezza del pelo, l’età e il sesso del cliente, lo stato di salute generale, l’anamnesi di pelo e pelle, determinazione del fototipo a cui appartiene. Il cliente dovrà anche essere interrogato in merito all’eventuale assunzione di farmaci, dal momento che esistono farmaci fotosensibili che non sono in accordo con il trattamento (in questo caso, bisognerà attendere la sospensione del farmaco per effettuare le sedute di epilazione).

L’analisi di questi fattori sarà determinante per stabilire i parametri relativi al trattamento, come ad esempio: energia, frequenza dell’impulso e durata.

 

PRECAUZIONI DA PRENDERE PRIMA, DURANTE E DOPO IL TRATTAMENTO

 

Stabiliti i parametri di effettuazione del trattamento, è bene seguire una serie di accorgimenti che precedono l’epilazione, ovvero:

Protezione dai raggi solari, sia con l’uso di un prodotto ad elevata protezione, sia con l’uso di apposita mascherina per gli occhi, che dovranno comunque essere mantenuti chiusi per la durata del trattamento (gli occhiali vanno indossati anche dall’operatore);

Firma del cliente, ovvero CONSENSO INFORMATO: senza questo foglio, il trattamento non può in alcun modo avvenire;

Rasatura della zona – con l’uso di un rasoio – nel caso in cui essa non sia stata adeguatamente depilata 3-4 giorni prima del trattamento;

Procedura laser con l’apposito manipolo per tre volte sulla zona, prima in un senso, poi in quello opposto, ed alla fine con movimento rotatorio;

Applicazione di prodotto lenitivo.

Alla fine del trattamento, il cliente dovrà essere adeguatamente informato circa le precauzioni da prendere per evitare eventuali irritazioni. In particolare, non dovrà avvenire esposizione ai raggi del sole per i tre giorni consecutivi, anche se sarebbe meglio attendere almeno sette giorni.

 

QUANDO NON PUÒ ESSERE USATO IL LASER:

 

Il trattamento non va effettuato:

In stato di gravidanza o allattamento;

Su zone coperte da tatuaggi, oppure su pelli coperte da macchie anomale o pelli affette da patologie;

Sul contorno occhi, assolutamente da evitare;

Su lesioni aperte.

 

QUAL È LA DURATA DELL’INTERO PERCORSO DI EPILAZIONE PROGRESSIVA PERMANENTE?

 

Partiamo da un presupposto, un dato di fatto molto importante e sicuramente da non sottovalutare: molto spesso, un errore che si commette quando si parla di trattamenti di epilazione progressiva permanente è quello di pensare che basti un solo mese per eliminare del tutto i tanto odiati peli superflui. Ci si “accorge” quindi di aver bisogno di un trattamento di epilazione o di voler comunque sottoporsi a delle sedute di trattamento Laser in tempi che comunque non basterebbero a rendere possibile un risultato visibile in così poco tempo.

 

TRATTAMENTO LASER A DIODO 808: NON ASPETTIAMO L’ESTATE

 

Il consiglio di noi esperti per evitare di ritrovarsi insoddisfatti a pochi giorni dall’inizio delle vacanze, è sempre quello di non aspettare mai l’ultimo momento, ma di cercare di pianificare con adeguato anticipo, almeno 7 o 8 mesi prima delle vacanze estive, il proprio trattamento personalizzato di epilazione Laser a diodo 808.

La scelta di pianificare il trattamento dovrebbe avvenire per diversi motivi: il primo riguarda la necessità e la possibilità di abbattere tutto il patrimonio pilifero della zona da trattare, in una percentuale molto elevata. Studi e ricerche dimostrano che, proprio grazie allo strumento di Biolaser a diodo 808 è possibile abbattere ben l’80% del patrimonio pilifero, e ciò fa sicuramente riflettere sulla necessità di avere più tempo a disposizione perché ciò avvenga entro il periodo che abbiamo prestabilito.

Il secondo motivo per il quale si consiglia di non attendere l’inizio dell’estate riguarda il fatto che, non potendosi esporre ai raggi del sole per un determinato periodo – si è soliti consigliare di evitare l’esposizione solare tassativamente tre giorni prima e tre giorni dopo il trattamento, ma spesso sarebbe meglio anche mantenere almeno sette giorni di distanza dall’applicazione Laser all’esposizione al sole – si rischierebbe di lasciar trascorrere troppo tempo e di non avere abbastanza libertà di scelta nel periodo estivo.

 

PRIMI RISULTATI GIÀ DOPO LA PRIMA SEDUTA: SI ELIMINA CIRCA IL 10% O IL 20% DEI PELI SUPERFLUI

 

Tutto ciò non ci deve affatto far pensare che il trattamento non abbia, sin dalla prima seduta, i suoi risultati positivi. Anzi, deve essere abbastanza chiaro il fatto che per vedere già i primi risultati basta anche una sola seduta: dopo circa 20 giorni dal trattamento, infatti, si vedranno cadere i primi peli superflui, in una percentuale che va dal 10% al 20%, a seconda di alcuni fattori che sono ovviamente variabili e che cambiano di persona in persona.

Ovviamente, maggiore sarà il numero di sedute, maggiore sarà il numero di peli che si diraderanno fino a scomparire del tutto: un risultato che può essere raggiunto in un numero di sedute che può variare, e che va definito, durante l’anamnesi, ma che in ogni caso va da 6 a 8 trattamenti, ben spalmati nell’arco dei mesi, e che sono distanziati di circa un mese l’uno dall’altro.